Esg Monitor, l’impatto della sostenibilità nel giudizio su governi e imprese

Un’indagine su come le problematiche ambientali, sociali e di governance stiano influenzando l’opinione delle persone nei confronti di governi e imprese. È la survey realizzata da SEC Newgate in dieci Paesi, tra cui l’Italia, fra Europa, America, Asia e Pacifico, per un totale di oltre 10mila intervistati. Il titolo è SEC Newgate ESG Monitor. Indaga su un tema che sarà oggetto di discussione durante COP26. La conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, si terrà a Glasgow a inizio novembre.

Lo studio mostra come le questioni ambientali, specialmente il cambiamento climatico, dominino le preoccupazioni dei cittadini. L’indagine ha rilevato che a livello globale ben sei persone su dieci hanno un alto livello di interesse verso tematiche ESG. Al punto che, a livello mondiale, più della metà dei cittadini consumatori afferma di essere disposto a boicottare le aziende con scarse attenzioni a questi temi. Inoltre, gli intervistati ritengono che gli impegni in tale ambito dovrebbero anzi essere regolamentati, con l’imposizione di sanzioni ove non fossero raggiunti gli obiettivi prefissati.

Italia ai vertici mondiali in termini di interesse per le tematiche ESG

In Italia il livello di coinvolgimento riguardo alle tematiche ESG è molto alto. L’80% degli intervistati afferma di essere fortemente interessato alle azioni del governo e delle imprese in materia di responsabilità ambientale e sociale. Inoltre, il 62% dichiara che l’impatto ambientale di un prodotto o di un servizio influenza le scelte di acquisto dei consumatori.

Prioritarie risultano essere le questioni climatiche e ambientali. Considerate dal 64% degli intervistati – a fronte del dato globale del 52% – uno dei principali problemi di cui governo e aziende dovrebbero occuparsi. Più nel dettaglio, le priorità identificate sono il cambiamento climatico (25%), le questioni ambientali in generale (14%) e le opportunità di lavoro (14%).

Il giudizio su governo, aziende e Ong

Severo il giudizio degli italiani sulle azioni ambientali del governo e delle aziende, ritenute insufficienti. La valutazione media è di 5.5 punti su 10 per entrambe. Risultano così significativamente inferiori rispetto a quella degli altri Paesi del sondaggio. Al contrario, le organizzazioni no profit si aggiudicano il primo posto per le azioni ESG. Il un voto medio è di 6.0, seguite dai singoli individui (5.6). Per migliorare la percezione complessiva dell’impegno di governi e aziende, i parametri principali sono le azioni contro il cambiamento climatico, l’agire nel miglior interesse della comunità a livello globale, la regolamentazione e politiche ambientali.

La sfida decisiva, secondo il fondatore, Fiorenzo Tagliabue

«La grande e crescente attenzione della comunità internazionale sui temi ESG – osserva Fiorenzo Tagliabue, ceo e fondatore di SEC Newgate – rappresenta una sfida decisiva per le aziende e i governi di tutto il mondo. Per l’attività che svolgiamo, finalizzata a proteggere e incrementare reputazione e business dei nostri clienti, ci troviamo nel crocevia fra mercato, politica, società. Stiamo assistendo a un forte aumento della domanda di consulenza strategica e advocacy, proprio relativamente a politiche e scelte legate all’ambito ESG, per accompagnare comunicazione e prassi di aziende e istituzioni in questo spazio critico. È per questo che abbiamo lanciato il SEC Newgate ESG Monitor, la nostra prima iniziativa di thought leadership globale», conclude Tagliabue.

Esg Monitor, l’impatto della sostenibilità nel giudizio su governi e imprese

Inhousecommunity.it

Lanciato nel maggio 2015, fra i lettori della testata, si contano direttori affari legali, responsabili HR, marketing manager, direttori finanziari e top management.

Al livello di contenuti, si focalizza sulla figura del legale interno, del giurista d’impresa e sull’evoluzione di questa figura professionale in Italia.

Inoltre, ogni due settimane, Inhousecommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Legalcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2021 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram