Internet ultraveloce scuola e sanità: firmati contratti per avvio lavori

Proseguono le attività per portare entro il 2026 internet ultraveloce in circa 10mila scuole e 12mila strutture del servizio sanitario pubblico del Paese. Sono stati firmati questa settimana i contratti per l’avvio dei lavori relativi ai bandi Scuole Connesse e Sanità Connessa. La firma, alla presenza del ministro dell’Innovazione Vittorio Colao, tra l’amministratore delegato di Infratel Italia, Marco Bellezza, e i rappresentanti delle aziende aggiudicatarie Intred, Fastweb, Tim e Vodafone. Ai lavori sono destinati circa 480 milioni.

GLI IN HOUSE

Per Infratel Italia, attivo un team guidato dall’AD Marco Bellezza (nella foto, a sinistra), con la responsabile dell’ufficio legale e controllo operativo Pnrr, Valentina Turco, la responsabile dell’ufficio gare, Pamela Galassi, e, per il lato tecnico, gli ingegneri Paolo Corda e Federica Crescenzi.

Nell’operazione attiva anche la direzione legale interna di Tim, con il general counsel Agostino Nuzzolo (nella foto, al centro), Mauro Moriconi e Marina Gallo.

Per Vodafone, attiva la squadra in-house, guidata dal direttore affari legali & compliance Antonio Corda (nella foto, a destra), in particolare con Mariateresa Armenise e Filippo Galluccio.

I DETTAGLI

I contratti per connettere scuole e strutture sanitarie seguono quelli firmati il 29 luglio per portare la banda ultralarga a circa 7 milioni di indirizzi civici, potenziare la tecnologia 5G in oltre 11.000 siti radiomobili esistenti e per creare nuove stazioni radiomobili in quasi 1.400 aree del Paese considerate a fallimento di mercato, come previsto dalla Strategia nazionale per la Banda Ultra Larga.

I contratti includono interventi per connettere, con velocità simmetriche di almeno 1 Gbps, le sedi scolastiche e, con velocità simmetriche di almeno 1 Gbps e fino a 10 Gbps, le strutture sanitarie, individuate in otto aree geografiche su tutto il territorio italiano in base ai fabbisogni di connettività definiti in collaborazione con i rappresentanti delle Regioni. Le imprese aggiudicatarie dovranno garantire, oltre alla fornitura dei servizi di connettività, anche la fornitura e posa in opera della rete di accesso, i servizi di gestione, l’assistenza tecnica e la manutenzione.

Le attività saranno seguite da Infratel Italia sulla base della convenzione stipulata con il Dipartimento per la trasformazione digitale e Invitalia.

In 13 mesi il Governo ha approvato la Strategia, ottenuto le autorizzazioni europee e assegnato tutti i bandi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, anticipando gli obiettivi europei, per un totale di oltre 5,5 miliardi di euro di risorse pubbliche, portando allo Stato un risparmio di circa 1,2 miliardi e attraendo investimenti privati per oltre 2,2 miliardi di euro.

La nuova strategia punta a connettere in quattro anni tutta l’Italia con reti ad altissima velocità fisse e mobili, incluse tutte le scuole pubbliche e le strutture sanitarie che potranno quindi garantire servizi ad altissime prestazioni.

Gli interventi contribuiranno significativamente all’eliminazione del divario digitale con impatti estremamente positivi sulla vita di tutti i cittadini in termini di opportunità, uguaglianza ed inclusione sociale.

Internet ultraveloce scuola e sanità: firmati contratti per avvio lavori

redazione@lcpublishinggroup.it

Inhousecommunity.it

Lanciato nel maggio 2015, fra i lettori della testata, si contano direttori affari legali, responsabili HR, marketing manager, direttori finanziari e top management.

Al livello di contenuti, si focalizza sulla figura del legale interno, del giurista d’impresa e sull’evoluzione di questa figura professionale in Italia.

Inoltre, ogni due settimane, Inhousecommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Legalcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A..

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram