ESG, Enel fa sul serio

QUESTO ARTICOLO È TRATTO DA MAG: CLICCA QUI PER SCARICARE IL NUMERO GRATIS

di ilaria iaquinta

Le spinte all’adozione di standard comuni in materia di ESG provengono dai consumatori e da una crescente comunità di investitori responsabili, oltre che da una serie di requisiti governativi e normativi. In questo contesto in evoluzione, gli occhi di un sempre maggior numero di stakeholder sono puntati sui giuristi d’impresa, a cui spesso viene dato mandato di occuparsi anche delle questioni ESG, tra cui la sostenibilità.

MAG ha intervistato Giulio Fazio, direttore della funzione affari legali e societari di Enel Group e Borja Acha Besga, director of the legal department and corporte affairs di Endesa. Con loro abbiamo parlato del ruolo del gruppo in un nuovo progetto del Global Compact delle Nazioni Unite.

Durante il Leaders Summit dello scorso primo giugno è stato infatti annunciato il progetto di esplorare il potenziale di un network globale di chief legal officer, di cui Enel farà parte, che possa trasformare la governance aziendale, collegandola a quella pubblica per definire delle regole operative in materia di sostenibilità che siano valide a livello mondiale (qui il video). Alla base del Progetto ci sono due iniziative. La prima è lo “SDG 16 Business Framework”, uno strumento che consenta alle imprese di contribuire in modo determinante al raggiungimento della governance trasformativa richiesta dallo sviluppo sostenibile. La seconda è la coalizione di CFO, nata nel 2020 per rimodellare il futuro della finanza e degli investimenti aziendali come catalizzatore di crescita, creazione di valore e impatto sociale e creare un mercato per gli investimenti negli obiettivi Onu di sviluppo sostenibile

Cosa significa ESG per voi nel gruppo Enel e, in quanto legali interni, quali sono le sfide da affrontare in questo ambito al di là dell’ufficio legale o dell’azienda?
Borja Acha Besga: «Nel Gruppo Enel e in Endesa abbiamo ben chiara una cosa: le regole creano valore, anche economico. Se non cerchiamo di “legalizzare” gli standard ESG e il mondo dell’etica, diventeranno soggettivi ed estremamente complicati. Per questo motivo, in qualità di avvocati abbiamo un ruolo molto preciso, dato che nei momenti difficili si guarda sempre verso di noi: la nostra sfida è quella di guidare, dirigere, coordinare ed essere in prima linea su questi temi».

Enel è una delle aziende partecipanti al Global Compact delle Nazioni Unite. Potete dirci qualcosa di più riguardo al vostro impegno in questa iniziativa?
Giulio Fazio: «Siamo impegnati attivamente. L’impegno delle multinazionali è fondamentale per affrontare i temi della sostenibilità (e cioè i 17 principi definiti dal Global Compact), che possono sembrare astratti ed etici, ma che sono, al contrario, paradigmi fondamentali per il nostro futuro. Negli ultimi anni si è investito molto in strumenti finanziari legati alla sostenibilità, ma ora è giunto il momento per noi legali di progettare un nuovo modello di governance compatibile con i principi ESG e con le realtà aziendali».

Cosa significa per voi essere coinvolti attivamente in un’iniziativa così importante? […]

PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELL’ARTICOLO, CLICCA QUI E SCARICA LA COPIA GRATUITA DI MAG

ESG, Enel fa sul serio

redazione@lcpublishinggroup.it

Inhousecommunity.it

Lanciato nel maggio 2015, fra i lettori della testata, si contano direttori affari legali, responsabili HR, marketing manager, direttori finanziari e top management.

Al livello di contenuti, si focalizza sulla figura del legale interno, del giurista d’impresa e sull’evoluzione di questa figura professionale in Italia.

Inoltre, ogni due settimane, Inhousecommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Legalcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A..

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram